WhatsApp Chat

Ubiquiti PowerBeam 5AC Gen2 PBE-5AC-GEN2

121,02 €
L'offerta scade tra:
Iva inclusa
99,20 € Iva esc.
Acquisto massimo: 8

PBE-5AC-GEN2
ESAURITO

0

9,99€ iva incl.
810354026720
Quantità
Non ci sono abbastanza articoli in magazzino

Codice : PBE-5AC-GEN2-EU;
Frequenza di lavoro : 5 GHz;
Numero di porte LAN : 1x [10/100/1000M (RJ45)];
Standard LAN : Gigabit Ethernet 10/100/1000 Mb/s;
Guadagno dell'antenna : 25dBi;
Il tipo di alimentazione del dispositivo : Passive PoE (incluso);
Memoria RAM : 64MB;
Numero di pezzi nella confezione : 1-pack;
Tipo di dispositivo : Dispositivo client, Ap mode;
Confezione OEM.



  • Pagamenti sicuri con Carta, Bonifico Bancario e PayPal Pagamenti sicuri con Carta, Bonifico Bancario e PayPal
  • Spedizione veloce con corriere espresso in 1-3 gg lavorativi Spedizione veloce con corriere espresso in 1-3 gg lavorativi
  • Assistenza clienti sempre a tua completa disposizione Assistenza clienti sempre a tua completa disposizione

Antenna Ubiquiti PowerBeam PBE-5AC-Gen2 5AC Gen2 25dBi 5GHz 802.11ac 2x2 MIMO prodotta da Ubiquiti e distribuita da Wisp Store.

Utilizzando la tecnologia airMAX ac, PBE-5AC-Gen2 supporta throughput reale TCP / IP fino a 450+ Mbps. Si avvia con funzionalità PtP e una funzionalità in modalità client verrà aggiunta con un futuro aggiornamento del firmware.

La PowerBeam PBE-5AC-Gen2 usa la tecnologia InnerFeed® di Ubiquiti  che integra la radio nel feedhorn dell'antenna, quindi non c'è bisogno di cavi per collegare la radio all'antenna. Ciò migliora le prestazioni perché elimina le perdite del cavo.

I prodotti airMAX ac Gen2 come la Powerbeam Gen2 offrono latenza migliorata, immunità ai disturbi, scalabilità e prestazioni di throughput notevolmente migliorate.

Utilizzando la tecnologia airMAX ac, PowerBeam 5AC Gen2 / PBE-5AC-GEN2 supporta un throughput TCP / IP reale fino a 450+ Mbps .

Nuovo design RF
Immunità ai disturbi migliorata Il PowerBeam 5AC Gen2 dirige l'energia RF in una larghezza del fascio più stretta. Con la messa a fuoco in una direzione, PowerBeam blocca o filtra spazialmente il rumore, migliorando così l'immunità al rumore. Questa caratteristica è particolarmente importante in un'area affollata da altri segnali RF della stessa o simile frequenza.

Design integrato
La tecnologia InnerFeed di Ubiquiti integra la radio nel feedhorn di un'antenna, quindi non è necessario un cavo. Ciò migliora le prestazioni perché elimina le perdite di cavo. Fornendo prestazioni migliorate dal suo processore più veloce e un design meccanico innovativo a un costo contenuto, PowerBeam 5AC Gen2 è estremamente versatile ed economico da implementare.

Il design meccanico del PowerBeam AC Gen2 offre prestazioni resistenti alle intemperie. LED di sensibilità e intensità del segnale forniti agli installatori. La protezione avanzata RF ed Ethernet ESD / sovratensioni consente un funzionamento prolungato negli ambienti più difficili. Il PowerBeam 5AC Gen2 è progettato per l'installazione su palo o palo.

Tecnologia airMAX
La tecnologia airMAX ac di nuova generazione aumenta i vantaggi del nostro protocollo TDMA proprietario. Il motore airMAX di Ubiquiti con IC personalizzato migliora notevolmente la latenza TDMA e la scalabilità di rete. Il silicio personalizzato fornisce funzionalità di accelerazione hardware allo scheduler airMAX, per supportare le elevate velocità di trasmissione dati e la modulazione densa utilizzate nella tecnologia airMAX ac.

airMAX ac supporta velocità di trasmissione dati elevate, che richiedono una modulazione densa: 256QAM - un aumento significativo rispetto a 64QAM, utilizzato in airMAX. Con l'uso della tecnologia proprietaria airMAX ac, i prodotti airMAX ac supportano un throughput TCP / IP reale fino a 450+ Mbps, fino a triplicare il throughput dei prodotti airMAX standard.

U Mobile App
PowerBeam 5AC Gen 2 integra una radio Wi-Fi separata per una configurazione rapida e semplice utilizzando il tuo dispositivo mobile. Accesso ad airOS tramite Wi-Fi L'app U Mobile fornisce accessibilità immediata all'interfaccia di configurazione di airOS e può essere scaricata da App Store (iOS) o Google Play (Android). U Mobile ti consente di impostare, configurare e gestire PowerBeam 5AC Gen2. Offre le seguenti opzioni una volta connesso o effettuato l'accesso al dispositivo:


Stato: controlla le informazioni sullo stato del collegamento o le impostazioni di configurazione di base di PowerBeam 5AC Gen 2.
Configurazione: modifica o aggiorna la configurazione esistente di PowerBeam 5AC Gen 2.
Strumenti: consente di accedere agli strumenti per l'installazione iniziale e la configurazione di PowerBeam 5AC Gen 2.
Azioni: eseguire il backup o aggiornare la configurazione, caricare un nuovo firmware, riavviare il dispositivo, ripristinare le impostazioni di fabbrica del dispositivo, accedere all'interfaccia utente di airOS nel browser Web o disconnettersi da PowerBeam 5AC Gen2.

PoE passivo
L'utilizzo della tecnologia PoE consente di trasmettere il flusso di dati e l'alimentazione / energia attraverso il cavo di rete che integra il PowerBeam AC nell'ambiente di rete. Non è necessario installare alcun cavo di alimentazione cablato aggiuntivo. È incluso un iniettore PoE Gigabit da 24 V, 0,5 A.

Software AirOS
AirOS è la tecnologia firmware Ubiquiti intuitiva, versatile e altamente sviluppata. È eccezionalmente intuitivo ed è stato progettato per non richiedere operazioni di formazione. Dietro l'interfaccia web dell'utente c'è una potente architettura firmware che consente un networking ad alte prestazioni. Inoltre, l'applicazione AirControl consente agli operatori di gestire centralmente centinaia di dispositivi.


PowerBeam 5AC Gen2 funziona solo con altri dispositivi airMAX AC.
Dati tecnici:
Produttore / Prodotto: Ubiquiti Networks / PowerBeam 5AC Gen2.
Specifiche del processore: MIPS 74Kc.
Informazioni sulla memoria: 64 MB.
Sistema operativo: AirOS.
Interfaccia di rete: 1 x 10/100/1000 BASE-TX (Cat.5, RJ-45.)
Banda di frequenza: Nel mondo: 2412 - 2472 MHz | 5150-5875 MHz.
USA: 5725-5850 MHz.
Standard supportati: airMAX ac.
Potenza TX: max. 25dBm.
Sensibilità RX: min. -96dBm.
Velocità effettiva TCP / IP: 450 Mbps +
Antenna: Antenna di ritorno di fiamma a doppia linea da 25 dBi.
max. Consumo di energia: 8,5 Watt.
Metodo di alimentazione:.
Iniettore PoE PoE passivo 24V / 0,5A PoE incluso!.
Ingresso alimentazione: 20V - 26V.
Protezione ESD / EMP: Protezione da radiofrequenza 24KV e scariche elettrostatiche (ESD) ethernet.
Dimensioni: 42 x 42 x 23 cm.
Peso: 2,2 kg.
max. Carico del vento 380 N a 200 km / h.
Temperatura di esercizio: Da -40 ° C a + 70 ° C.
Umidità operativa: Dal 5 al 95% senza condensa.
Urti e vibrazioni: IEC 68-2-6, IEC 68-2-14.


Fornitura:

Confezione OEM.
1 x Ubiquiti PowerBeam 5AC Gen2.
1 x 24V / 0,5A - Iniettore PoE Gigabit.
1 x kit di montaggio.

 

PBE-5AC-GEN2
810354026720

Scarica

Nata nel 2005, è tra i principali produttori di apparati di comunicazione wireless. Tra i maggiori successi l'AirMAX e l'AirFiber.Ubiquiti Networks è una società statunitense con sede a San José, California, attiva nel settore delle telecomunicazioni wireless. Nata nel giugno 2005, Ubiquiti progetta e realizza piattaforme tecnologiche per mercati emergenti grazie alle quali realizzare reti senza fili per il cosiddetto ubiquitous networking (infrastrutture di rete per l'Internet delle cose).Ubiquiti Networks fece il suo ingresso nel mondo delle telecomunicazioni wireless nel giugno 2005, annunciando la commercializzazione di “Super Range”, la prima serie di schede radio mini-PCI. Equipaggiate con circuiteria Qualcomm Atheros, queste schede lavoravano sulle frequenze da 2,4 gigahertz e 5,8 gigahertz e vennero adottate da diversi operatori telefonici e delle telecomunicazioni. Nel gennaio 2006 Ubiquiti Networks espanse la propria linea prodotti con la serie SR9 (scheda in grado di lavorare sulla frequenza da 900 megahertz) e la tecnologia Freedom Frequency, in grado di sfruttare frequenze sino a 60 gigahertz per la propagazione del segnale radio.Dopo aver esteso il supporto anche alla banda da 4,9 gigahertz con la schda SR4, Ubiquiti annunciò l'uscita della serie “Xtreme Range”. Nell'agosto 2007 la scheda XR5 ricevette l'attenzione della stampa internazionale grazie ad un gruppo di radioamatori italiani. Utilizzando due antenne paraboliche e due schede XR 5, gli italiani furono in grado di battere ogni record di distanza nel campo delle telecomunicazioni senza fili. Riuscirono, infatti, a mettere in contatto tra di loro due punti distanti 304 chilometri, inviando dati ad una velocità di poco inferiore ai 5 megabit al secondo.Nel 2008 la società californiana presentò nuove linee prodotti, annunciando la produzione e la commercializzazione di router e modem wireless rispondenti alle direttive IEEE 802.11 b/g. Fu la volta, quindi, del Bullet, NanoStation, NanoStation Loco, PicoStation eRouterStation. L'anno successivo Ubiquiti Networks presentò AirMAX, protocollo proprietario che gestisce lo scambio wireless di pacchetti sfruttando i principi della tecnologia MIMO.Nel corso del 2010 moltissime conferenze riguardanti l'AirMAX si tennero in Europa, Asia, America del Nord e America del Sud. Ubiquiti Networks ne approfittò per lanciare nuove serie di prodotti come AirWire, WiFiStation e Power AP N. Inoltre, la società con sede a San Josè estese il supporto della tecnologia AirMAX anche alle bande di frequenza da 900 megahertz e 3 gigahertz. Nell'ultimo trimestre Ubiquiti presentò alla stampa la tecnologia AirSync e il sistema di comunicazione senza fili per ambienti interni UniFi. La tecnologia AirSync, in particolare, suscitò l'interesse della stampa e degli addetti ai lavori: sfruttando moduli GPS, infatti, potevano essere eliminate le interferenze generate da due o più punti di accesso posti uno nelle vicinanze dell'altro. Nell'agosto 2011 vennero annunciati punti di accesso UniFi studiati per ambienti esterni, così come l'AirCam/AirVision, software per telecamere di sorveglianza senza fili e IP Camera.Nel 2012 è stata presentata alla stampa AirFiber, piattaforma wireless in grado di funzionare sulla banda di frequenza da 24 gigahertz. Sfruttando particolari protocolli di comunicazione, i dispositivi dotati di questa tecnologia sono in grado di scambiare pacchetti dati con una velocità massima di 1,4 gigabit al secondo.